Benvenuti nel Wiki


una Piattaforma al servizio di una comunità interessata a sviluppare idee e divulgare pratiche connesse all'uso ed alla gestione dI

DISASTRI AMBIENTALI E RICOSTRUZIONE DELLO SPAZIO PUBBLICO



TERREMOTI E RICOSTRUZIONE.jpg


Lo spazio pubblico in quanto luogo di socializzazione inteso nel senso tradizionale del termine è uno degli elementi che offre qualità al progetto di territorio. E' un luogo dove le persone possono riconoscersi, orientarsi, radunarsi. E' uno spazio che può sottrarsi dalla cementificazione per aprirsi ad interpretazioni, usi, identità diverse.
Luoghi vuoti perchè distrutti da eventi catastrofici o dismessi dalle proprie funzioni originarie ri-assumono senso e valore nel momento in cui passano da spazi in attesa a spazi pubblici, restituendo brani di territorio alla città.
In tale contesto il call che si intende sottoporre è rivolto a studiosi, curiosi, tecnici, amministratori che intendono presentare uno specifico sguardo rispetto ai luoghi interessati da ricostruzioni post-terremoto o rigenerazioni di aree dismesse.
Nelle ricostruzioni post-terremoto avvenute in Italia negli ultimi cinquant'anni una delle caratteristiche che le accomuna è che in diversi casi la pianificazione delle operazioni post-sisma non si è avvalsa della base di esperienze costruita negli eventi precedenti. Ciò può essere dovuto, da una parte, ad una normativa in materia di rischio ancora settoriale, dall'altra alle diverse condizioni di partenza dei singoli territori colpiti, dall'altra ancora alla reale difficoltà di agire in maniera consapevole e in tempi brevi per ricostruire la memoria tangibile e intangibile di luoghi, come quelli del nostro Paese, densi di tradizioni e cultura.
La perdita di luoghi di socializzazione rappresenta invece un’importante componente culturale del rischio ambientale. Interventi post-ricostruzione effettuati tenendo in minima o in nessuna considerazione tali spazi possono provocare nei centri colpiti dai sismi danni ben più gravi dei terremoti stessi. Nonostante ciò, la maggior parte degli studi relativi agli eventi sismici e alle ricostruzioni post-terremoto effettuati in Italia hanno teso a focalizzare l’attenzione soprattutto sui dati tecnici del sisma, approfondendo solo successivamente questi aspetti.

Dal forum ci si aspetta, a riguardo, contributi che diano risposta ad alcune domande: in quali casi e con quali modalità l'esperimento è realmente riuscito e non è stato piegato alle logiche di mercato a cui necessariamente le grandi operazioni di trasformazione urbana devono sottostare; in che misura la partecipazione dei locali è stata attivata dall'inizio del processo ed è stata utilizzata quale fattore necessario al radicamento della nuova immagine di quel nuovo pezzo di città; quali politiche sono state attivate al fine rendere questi spazi a servizio dei cittadini e non in particolare dei turisti e visitatori.

La sintesi dei contributi pervenuti sarà discussa in un workshop che si terrà nel corso della IV Biennale dello Spazio Pubblico con l'obiettivo sia di tracciare e scambiare buone pratiche in relazione ai temi della ricostruzione dello spazio pubblico, sia principi che andranno a confluire nelle Linee Guida per la ricostruzione post-catastrofe dello Spazio Pubblico.


DEFINIZIONI:Disastro (fonte: Wikipedia)

Terremoti, emergenze e ricostruzioni
Terremoto del Centro Italia del 2016

Terremoto dell'Aquila del 2009

Terremoto del Friuli del 1976

Terremoti in Italia nell'antichità e nel Medioevo